Archivio Aprile 2012

Articolo del Cons. Persia.

I ( MINUSCOLI ) DESPOTI DI MONTORIO
La vicenda relativa all’abbattimento dei quattro pini che insistevano in prossimità della ex area di servizio Agip suscita alcune riflessioni minime.
Intanto, i motivi che hanno portato all’abbattimento dei suddetti alberi possono ( al lume dell’ordinanza sindacale n. 78 del 20.04.2012 ) così riassumersi.
Gli alberi :
a ) erano infestati dal ragno rosso e affetti dal cancro;
b ) minacciavano, “ a causa dell’eccessiva infiltrazione radicale ”, la stabilità della struttura muraria perimetrale che separa V. P. De Angelis da Largo Rosciano;
c ) rappresentavano un pericolo per la pubblica incolumità.
L’intervento, perciò, è stato ritenuto urgente ed indifferibile e il Sindaco lo ha ordinato “ nella sua qualità di Autorità Comunale Sanitaria e di Pubblica Sicurezza ”.
Nessuno, in verità, si era mai accorto di quanto riportato nell’ordinanza in parola e non se ne era avveduto perché i presupposti di fatto su cui quest’ultima è risultata fondata non sono mai esistiti nella realtà effettuale.
La verità vera è che gli attuali amministratori ( che sono espressione di una minoranza elettorale ) credono di essere i despoti della nostra cittadina e questa ( errata ) convinzione li spinge a gestire la “ cosa pubblica ” in maniera privatistica e personalistica, con i risultati ( disastrosi ) che sono a tutti evidenti.
E come tutti i despoti ( che, notoriamente, sono anche vanitosi e megalomani ) vorrebbero ( alla stregua degli antichi monarchi orientali ) lasciare un segno tangibile del loro passaggio su questa misera terra ed essere consegnati alla “ Storia ” attraverso la realizzazione di opere destinate ( secondo le loro intenzioni ) a durare in eterno, quali l’autodromo ( che non si farà ), il polo scolastico ( che non si farà ), il mitico ponte sul fiume Vomano ( che, parimenti, non si farà ), l’ennesima fontana ( che si farà !!! ), ecc..
Per il momento, più prosaicamente, stanno distruggendo quello che resta della Montorio dei nostri “ Padri ” e dilapidando ingenti risorse economiche: fermiamoli, prima che sia troppo tardi !
Montorio, lì 28.04.2012 Avv. Gersan Persia – Consigliere Comunale

Comments 10 Commenti »

Pubblichiamo interrogazione al Sig. Sindaco del nostro Consigliere Alfredo Grotta riguardante la prevista (ed in fase di attuazione) eliminazione dei parcheggi nel Centro Storico di Montorio, a fronte di una totale mancanza di strutture ed infrastrutture atte a contrastare la crisi economica che ha colpito particolarmente le attività commerciali del Centro Storico suddetto.

                                                       Al Sindaco del Comune
                                                         di  Montorio al Vomano 

 

Interrogazione ai sensi dell’art. 19 del regolamento per il funzionamento
del Consiglio Comunale ( Consiglio Comunale del 30/04/2012, ore 18,30)

 

Il sottoscritto Dott. Alfredo Grotta, consigliere comunale,
 Premesso che:
      -  sono iniziati i lavori ai fini dell’eliminazione dei parcheggi nel centro
         storico di Montorio;
       – un centro storico non adeguatamente attrezzato di aeree adibite al
         parcheggio provocherà danni consistenti all’economia locale;
       -  la crisi delle aree interne  teramane è ancora più grave rispetto ad altre            maggiormente sviluppate.

  

Tanto premesso
Il sottoscritto chiede:
 Quali provvedimenti intende assumere al fine di evitare di impoverire una
zona importante di Montorio come quella del centro storico.

 

Con preghiera di inserire la presente interrogazione nell’ordine del giorno
del Consiglio Comunale del 30/04/2012.

 

Montorio al Vomano, 27/04/12

 

Con osservanza                                        Dott. Alfredo Grotta

Comments 6 Commenti »

Riteniamo, a questo punto, pubblicare un articolo di Gersan Persia al Sig. Sindaco ed all’Ass. Citerei. Dimissioni?

LA MORTE DI UN ALBERO
( DEDICATO AL SINDACO E ALL’ASSESSORE CITEREI )
“ L’accetta annienta in un’ora un’opera che alla natura è costata un tempo lunghissimo: spesso secolare. Un uomo ignoto, scomparso, in un tempo lontano scavò un fosso e piantò l’albero.
Non per sé, ma per i futuri, seguendo un impulso che, dato il suo disinteresse, non poteva venirgli che da Dio.
Quanti pericoli dovette affrontare quell’alberello, ed era ancora vicino lo sforzo che aveva sostenuto per sollevare la piccola zolla che gli contrastava di uscire alla luce, quando era una punta di verde, appena uscita dal guscio del seme.
Grossi animali tentarono, passando, di strappare la sua piccola chioma; i venti volevano sradicarlo dalla nuova terra; la siccità e gli ardenti meriggi congiurarono di farlo seccare, e i geli, nelle inflessibili notti serene, posarono sulle sue foglie nuove l’insidiosa carezza del loro fuoco bianco.
Affidato alla Provvidenza, tremò nelle notti oscure, sopportò stoicamente l’arsura, guarì le sue bruciature, con pazienza grande aspettò le nuove stagioni, e crebbe.
Già alto, cominciò a veder passare davanti a sé gli uomini, come ombre. Molti non tornarono più. Gente sempre nuova cercò la sua ombra; attaccò al suo tronco sempre nuovi animali.
E tanta vicenda di povere vite girò attorno alla sua serena impassibilità.
Guarda il suo tronco, e ti sembrerà la faccia d’un nobile vecchio pieno di silenziosa saggezza; la sua corteccia sembra una fronte corrucciata dalla storia delle stagioni e dal destino del mondo.
Ti sembra che da un momento all’altro una voce possa uscire da quel legno antico: e che potrai intendere, alla fine, quei segreti che esso confida ai venti, e questi confondono e disperdono continuamente.
Quando sei con l’accetta in mano, pensa che anche l’albero venne al mondo misteriosamente, come il tuo figliuolo: come lui, crebbe con fatica, giorno per giorno.
Era tanto piccolo che una capretta avrebbe potuto ingoiarne la chioma; tanto debole che un bruco avrebbe potuto offenderlo. Come il tuo bambino, che appena si vedeva tra le fasce, e dovevi difenderlo anche dall’aria.
Al sole dell’estate, ai freddi dell’inverno, irrobustì le sue fibre a poco a poco, allo stesso modo del tuo neonato, che crebbe tanto lento che nessuno in casa se ne accorgeva.
Ora, con l’accetta alle radici, vuoi annientare tanto lavoro della natura, tanta pazienza del tempo, tanti favori della Provvidenza,
E perché? per prenderti la sua legna: che sarebbe come volerti mangiare le sue ossa.
E non pensi più per quanto tempo quell’albero ti ha confortato con la sua ombra, riparato con la sua chioma, allietato col suo verde, e che come un amico ti salutava e chiamava da lontano allorché giungevi nella tua contrada,
Ma quando sarà a terra, caduto dalla sua altezza, non senza rimorso frugherai nella sua chioma inviolata: e non senza rimorso metterai le mani nei meandri dei suoi rami, custodie di antiche
ombre segrete, e disfarai, sotto i tuoi colpi, i nidi vuoti che la sua generosa pazienza non si stancò di sostenere nella buona e nella cattiva stagione, E ti tremerà la mano nel colpire i rami più alti
della cima, che tu, mai prima, vedesti da vicino, e che ti sembreranno nuovi, estranei, cresciuti in aria di cielo, Sentirai il pianto degli uccelli, che tutti insieme, sull’ albero accanto, diranno cigolii di meraviglia e di rimpianto: ti sentirai da essi additato, e guarderai confuso il taglio livido del.tuo.ferro.
E quando stroncherai ad uno ad uno i rami che sono dello stesso colore della carne faticata e grinzosa delle tue mani, ad ogni ferIta l’albero ucciso ti manderà, come ultimo segno, non il lezzo della corruzione e della morte, ma un soave odore di resina ”.( Nino Savarese ).
°°°
I nostri amministratori hanno – ancora una volta unilateralmente e violentemente – cancellato ( con l’abbattimento dei quattro pini di Via P. De Angelis ) un altro angolo della Montorio dei nostri “ Padri ”, in tal guisa denotando una insensibilità storica e una incultura oggettivamente incontrovertibili.
Perciò, nella prossima adunanza del Consiglio Comunale ( 30.04.2012, ore 18,30 ), chiederò le dimissioni del Sindaco.
Montorio, 26.04.2012 Avv. Gersan Persia – Consigliere Comunale

Comments 3 Commenti »

Il Consigliere Persia torna alla carica con due nuove interrogazioni al Sig. Sindaco che riportiamo di seguito. Temi: Raccolta Differenziata” e “Abbattimento n.4 pini”. Nel frattempo comunichiamo che la richiesta di poter trasmettere integralmente ed in diretta (a costo ZERO) con web-cam  il Consiglio Comunale è stata completamente IGNORATA. Le acque sono sempre meno trasparenti, o meglio, più torbide…

AL SINDACO DEL COMUNE DI MONTORIO AL VOMANO
INTERROGAZIONE AI SENSI DELL’ART. 19 DEL REGOLAMENTO PER IL FUNZIONAMENTO DEL CONSIGLIO COMUNALE( CONSIGLIO COMUNALE DEL 30.04.2012, ore 18,30.
 
Il sottoscritto, Avv. Gersan Persia , consigliere comunale,
PREMESSO CHE

1 ) Con contratto di appalto stipulato in data 01.09.2011, il Comune ha affidato all’impresa vincitrice della relativa gara il servizio di raccolta differenziata dei rifiuti urbani e dei servizi di igiene urbana;

2 ) l’impresa aggiudicatrice del servizio si è obbligata ad assicurare la “ copertura del 98 % delle utenze con il metodo porta a porta ” e ha indicato come obiettivo di raccolta differenziata “ dal 65 % al 75 % nei 5 anni ”;

3 ) l’impresa appaltatrice si è impegnata a:
a ) applicare quanto disposto all’art. 6 del vigente CCNL per le imprese e società esercenti servizi di igiene ambientale;
b ) “ riconoscere … ( al ) personale il trattamento economico normativo stabilito dai contratti collettivi nazionali e territoriali in vigore per il settore e la zona nella quale si svolgono i servizi ”;
c ) dotare il personale stesso “ di divisa completa di targhetta di identificazione, da indossarsi sempre in stato di conveniente decoro durante l’orario di servizio ”;
d ) corrispondere al personale una retribuzione complessiva pari ad E 293.563,77 ( coincidente con un compenso individuale annuo di E 35.396,00, se si considera che l’impresa ha denunciato di avere alle proprie dipendenze n. 8 lavoratori subordinati );
e ) utilizzare “ vasche biscomparto ”, capaci di consentire “ la raccolta contemporanea di due tipologie di rifiuto e quindi la riduzione dei chilometri complessivi da percorrere nei turni di raccolta ”;

4 ) l’impresa appaltatrice ha assunto anche il compito di provvedere allo “ spazzamento ” delle strade “ a mano e/o con mezzi meccanici nelle pubbliche strade e piazze ”, con l’impiego di una spazzatrice ( da utilizzarsi per 456 ore annuali, equivalenti a sei ore per un giorno settimanale );

5 ) analogo servizio di “ spazzamento ” viene espletato da una cooperativa verso un corrispettivo annuo di E 43.000,00, oltre iva.

TANTO PREMESSO

Il sottoscritto Le chiede:

A ) perché il servizio di raccolta differenziata con il metodo cd. “ porta a porta ” non copre il 98 % delle utenze, con consequenziale mancato raggiungimento dell’obiettivo di cui al punto sub n. 2 della premessa;
B ) quale CCNL è applicato al personale dell’impresa appaltatrice, qual è la tipologia di contratto individuale venuto in essere tra la predetta impresa e ogni singolo lavoratore subordinato, a quanto ammontano gli emolumenti versati annualmente dall’impresa datrice di lavoro alle proprie maestranze;
C ) se l’impresa appaltatrice utilizza le “ vasche biscomparto ”;
D ) se l’impresa appaltatrice usa la spazzatrice di cui al punto sub n. 4 della premessa;
E ) in che percentuale il servizio di “ spazzamento ” incide sul complessivo costo dell’appalto ( pari ad E 3.048.000,00 quinquennali );
F ) ) perché il servizio di “ spazzamento ” è disimpegnato da due imprese appaltatrici, con conseguente duplicazione dei relativi costi.

Con preghiera di inserire la presente interrogazione nell’ordine del giorno del Consiglio Comunale del 30.04.2012 .
Montorio al Vomano, 26.04.2012

 

Con Osservanza
Avv. Gersan Persia – Consigliere Comunale

 

AL SINDACO DEL COMUNE DI MONTORIO AL VOMANO
INTERROGAZIONE AI SENSI DELL’ART. 19 DEL REGOLAMENTO PER IL FUNZIONAMENTO DEL CONSIGLIO COMUNALE ( CONSIGLIO COMUNALE DEL 30.04.2012, ore 18,30 )

Il sottoscritto, Avv. Gersan Persia , consigliere comunale,

PREMESSO CHE

in data 24.04.2012 sono stati abbattuti – in Via P. De Angelis – quattro pini;

l’abbattimento è stato disposto dal Comune;

TANTO PREMESSO

Il sottoscritto Le chiede:

A ) se il su denunciato abbattimento è stato debitamente autorizzato con specifica ordinanza sindacale;

B ) quali sono i motivi del ripetuto abbattimento.

Con preghiera di inserire la presente interrogazione nell’ordine del giorno del Consiglio Comunale del 30.04.2012 .
Montorio al Vomano, 26.04.2012

Con Osservanza
Avv. Gersan Persia – Consigliere Comunale

Comments 18 Commenti »

QUALCHE CONTO E MOLTE RIFLESSIONI.
A ) PIANO NEVE
Con deliberazione di Giunta n. 31 del 12.03.2012 ( avente ad oggetto: “ Emergenza neve 2012 – Attivazione fondo di solidarietà UE Reg n. 2012/2002 – Approvazione Schede di certificazione della spesa e dei danni ” ), i costi relativi al cd. “ Piano Neve ” sono stati così stimati:
a ) costi di intervento: E 89.198,17;
b ) danni subiti da privati: E 45.500,00
totale: E 134.698,17.
B ) ASSUNZIONE TECNICO ESTERNO AI FINI DELLA RICOSTRUZIONE POST SISMA
Con determinazione del Responsabile dell’Area Lavori Pubblici n. 342 del 27.12.2011, sul rilievo della mancanza, all’interno dell’Ente, di “ una figura professionale che ( possa ) essere distratta dagli adempimenti ordinari per dedicarsi alle pratiche relative al sisma ” ( deliberazione di Giunta n. 208 del 04.11.2011 ), ad un professionista esterno è stato affidato ( in seguito all’espletamento di apposita selezione pubblica per soli titoli ) l’incarico di “ supporto, coordinamento e verifica delle pratiche … attinenti … all’evento sismico del 6 aprile 2009 ”, con durata di un anno e con i seguenti costi:
a ) compenso mensile: E 1.500,00, oltre accessori fiscali e previdenziali;
b ) impegno complessivo di spesa: E 35.000,00, comprensivi dei suddetti accessori.
C ) CONTRATTI CO.CO.CO. RELATIVI ALL’EMERGENZA SISMA

Ai due professionisti addetti al cd. “ Ufficio Sisma ”:
a ) i contratti sono stati prorogati sino al 30.06.2012 ( dal dì 01.01.2012 ):
b ) con una spesa semestrale pari ad E 25.116,00

C ) CENTRO STORICO: SPESE CONNESSE AL CD. PIANO DI VIABILITA’
a ) Sistema di videosorveglianza: E 23.480,00;
b ) arredo urbano: E 23.723,07;
c ) dissuasori: E 5.400,00;
d ) segnaletica orizzontale e verticale: E 4.887,40;
totale: E 57.490,47.
D ) CONVENZIONI AVENTI AD OGGETTO SERVIZI COMUNALI: COSTO ANNUALE
a ) Servizio di manutenzione delle aree verdi interne ai cimiteri delle Frazioni e di custodia del Cimitero del Capoluogo: E 21.813,34, oltre IVA;
b ) servizio di manutenzione delle aree verdi degli edifici scolastici: E 7.063,34, oltre IVA;
c ) servizio giornaliero di manutenzione e pulizia delle aree pubbliche comunali, nonché di manutenzione e cura delle scarpate, banchine ed aree di pertinenza delle strade comunali non servite dal servizio di igiene urbana e complementari: E 43.000,00, oltre IVA;
d ) servizio di manutenzione delle aree verdi ( giardini pubblici ): E 11.835,45, oltre IVA;
e ) servizio di manutenzione delle linee comunali di pubblica illuminazione ( periodo: 01.01.2012 – 31.03.2012 ): E 14.250,00, oltre IVA.
Montorio, 23 aprile 2012 Avv. Gersan Persia – Consigliere Comunale

Comments 9 Commenti »


L’incontro con Giorgia Meloni e Paolo Gatti svoltosi presso la Sala Polifunzionale della Provincia in via Comi 11 a Teramo, il giorno 20 aprile.

.

Comments 26 Commenti »

La proposta di Gersan Persia per rigenerare il Centro Storico.

PRODROMI PROGRAMMATICI ( PRIMA PARTE )
CENTRO STORICO
PER RIGENERARE IL CENTRO STORICO OCCORRE:
A ) AVVIARE E PORTARE A TERMINE LA RICOSTRUZIONE POST SISMA;
B ) ( RI ) TRASFERIRE LA SEDE DEL COMUNE A PALAZZO PATRIZI;
C ) DISLOCARE ( PREVIA INTESA CON L’ENTE PROVINCIA ) GLI UFFICI DEL COMANDO DEGLI AGENTI MUNICIPALI E I SERVIZI SOCIALI ( CON IL RELATIVO ASSESSORATO ) IN VIA MARTIRI DELLA LIBERTA’ PRESSO L’ EDIFICIO DOVE IN PASSATO ERA LOCALIZZATA LA CASERMA DEI CARABINIERI;
D ) DESTINARE L’IMMOBILE CHE ATTUALMENTE COSTITUISCE LA RESIDENZA MUNICIPALE A BIBLIOTECA E A POLO CULTURALE;
E ) FAVORIRE ( ATTRAVERSO APPOSITE CONVENZIONI ) L’UBICAZIONE IN SENO AL PERIMETRO DEL CENTRO CITTADINO DI UFFICI E SERVIZI DI RILIEVO PUBBLICISTICO ( UFFICIO POSTALE, SPORTELLI BANCARI, ECC. );
F ) TRASFORMARE IL CUORE DELLA CITTA’ IN “ CENTRO COMMERCIALE NATURALE ”;
G ) RIPRISTINARE L’AGIBILITA’ DEL VECCHIO CAMPO SPORTIVO CD. DEI “ CAPPUCCINI ”;
H ) AMPLIARE, ATTREZZARE E DOTARE DI UN SERVIZIO DI SORVEGLIANZA I DUE PARCHEGGI DI PIAZZALE ITALIA E DI VIA SETTEMBRINI E INIBIRE ( O, COMUNQUE, REGOLAMENTARE ) IL TRAFFICO VEICOLARE SUL “ PONTE ” DI VIALE RISORGIMENTO PER RENDERLO FRUIBILE AGLI UTENTI DEI DUE PRECITATI PARCHEGGI;
I ) PORTARE IL MERCATO SETTIMANALE IN PIAZZALE ITALIA;
L ) RISANARE E “ METTERE A VISTA ” IL TRATTO DEL FIUME VOMANO CHE ATTRAVERSA MONTORIO;
M ) PEDONALIZZARE ( CON CONFORMI DECORO E ARREDO URBANI E DOPO L’ATTUAZIONE DELLE ALTRE MISURE SU ELENCATE ) LA “ MONTORIO VECCHIA ”.
MONTORIO, 10.04.2012 AVV. GERSAN PERSIA – CONS. COMUNALE

Comments 15 Commenti »

ON. TANCREDI NOI NON SIAMO D’ACCORDO: NOI SIAMO PER IL LAVORO ED IL MERITO!

«Io sono per le raccomandazioni, non vedo che ci sia di male a raccomandare una persona che merita, la politica deve fare anche questo».

Replica così, il senatore Paolo Tancredi, a margine e l’inaugurazione della Fiera dell’Agricoltura, al presidente del Ruzzo, Claudio Strozzieri che qualche giorno fa, sul nostro quotidiano si scandalizzava del fatto che una parte della politica di centrodestra, gli aveva raccomandato un noto esponente dello stesso partito, che è un politico che ha un ruolo in politicae che cerca un posto al Ruzzo: «La persona della quale, forse parla Strozzieri – prosegue Tancredi – che non ha fatto ricorso ai giudici del lavoro deve riavere quel posto che gli spetta – dice – perché ha lavorato in quell’Ente, non capisco dove stia lo scandalo».fonte”La Città”.
 

Comments 19 Commenti »