Archivio Novembre 2016

#PerchèVotareNo al Referendum Costituzionale del 4 dicembre.

Incontro Pubblico di S.Egidio alla Vibrata (Te) del 30/11/2016.

Il Comitato Abruzzo per il “NO”Forza Italia AbruzzoForza Italia Giovani AbruzzoForza Italia Teramo, per iniziativa del Coordinatore Provinciale Avv. Vincent Fanini, danno appuntamento per mercoledì 30/11/2016 alle h. 18 presso l’Hotel Concorde di S.Egidio alla Vibrata (Te) in Viale Kennedy n. 197.

Il programma prevede i saluti e gli interventi di Rando Angelini, Sindaco di S.Egidio alla Vibrata, Tonia Piccioni, Sindaco di Alba Adriatica, Pietrangelo Panichi, Sindaco di Ancarano, Pietro Quaresimale, Sindaco di Campli, Umberto D’Annuntiis, Sindaco di Corropoli, Paolo Gatti, Vice Presidente del Consiglio Regionale d’Abruzzo, Gianni Chiodi, Presidente emerito Regione Abruzzo, Sen. Paola Pelino ed On.le Fabrizio Di Stefano, parlamentari Forza Italia Abruzzo, Nazario Pagano, Coordinatore Regionale Forza Italia Abruzzo, per poi passare alle conclusioni del Sen. Augusto Minzolini, parlamentare di Forza Italia, già Direttore del Tg1. Introduce e modera i lavori il sottoscritto.

I nostri padri costituenti scrissero tutti insieme la Costituzione, la Legge delle leggi, per unire l’Italia e gli italiani secondo regole democratiche e principi di garanzia. Di contro, la riforma del premier abusivo Renzi, mai eletto dagli italiani, sprovvisto di legittimazione popolare, è scritta da una maggioranza/minoranza parlamentare, eletta da una legge elettorale dichiarata, a sua volta, illegittima dalla Corte Costituzionale, che divide l’Italia e gli italiani, in spregio alle funzioni di garanzia e di controllo del Parlamento.

Questa Riforma Costituzionale non introduce alcuna novità risolutrice, non snellisce l’iter legislativo, non elimina la burocrazia, non aiuta lo Stato. E poi, i risparmi sui costi della politica sono insignificanti, irrisori, pari ad un caffè all’anno pro capite.

Inoltre, con il nuovo Senato, la riforma mina la rappresentatività dell’assemblea parlamentare attraverso la quale si esprime la sovranità popolare: anziché essere eletti direttamente dai cittadini, i nuovi senatori verrebbero indicati dai consigli regionali tra gli stessi consiglieri ed i sindaci delle città metropolitane.

In caso di vittoria del Sì, sussiste il fondato timore di una deriva autoritaria.

Il nostro NO non è un no a prescindere: siamo convinti che la Costituzione necessiti di una rivisitazione in chiave moderna, quindi, una riforma seria, ordinata ed equilibrata, scritta da un’Assemblea Costituente, dovrebbe prevedere:

1) l’elezione diretta del Capo dello Stato;

2) la riduzione sensibile e proporzionale dei parlamentari di Camera e Senato;

3) l’introduzione del vincolo di mandato per i parlamentari ossia nessuno potrà più cambiare schieramento politico senza essere obbligato a dimettersi;

4) l’introduzione di un limite costituzionale ad imposte e pressione fiscale che nessun governo potrà superare;

5) una vera riforma delle Regioni, per ridurre costi e burocrazia.

Infine, si ricorda l’importanza di andare a votare il prossimo 4 dicembre perché non c’è quorum da raggiungere per la validità del Referendum: basta un solo voto in più per la vittoria del sì oppure del no; non andando a votare significherebbe votare sì, a scatola chiusa.

 Il Coordinatore Provinciale

Avv. Vincent Fanini

Comments Nessun commento »

Risultati immagini per io voto no

Manca una settimana al 4 dicembre ed al Referendum per cambiare o meno la nostra Costituzione. La presa di posizione del nostro Gruppo è molto chiara: Voteremo NO! Ma non è di questo che vogliamo parlare, vogliamo solamente rispondere a tanti quesiti che la gente ci ha rivolto in merito.

Vorremmo comunque chiarire che le critiche e le domande sotto riportate non provengono da avversari politici.

1 – “Perchè non avete organizzato un evento a Montorio per il NO al Referendum?”

Non ce la siamo sentita di organizzare questo evento in un periodo particolarmente delicato per la nostra cittadina. Montorio è stata gravemente colpita dal sisma 2009, con il Centro Storico MAI rimesso a posto per le risapute lungaggini della precedente amministrazione (a differenza di centri come Tossicia che sono intervenuti direttamente senza utilizzare l’oramai inutile ed inutilizzabile Piano di Ricostruzione); inoltre gran parte dei cittadini (non quelli che hanno la fortuna di avere la seconda casa al di fuori del Cratere) versano in gravissime difficoltà logistiche, e non avrebbero avuto nè possibilità nè la voglia di partecipare all’evento stesso.

2 – “Perchè PD, Grillini ed Associazioni (ANPI) si sono dati tanto da fare a Montorio per il Referendum e voi No?”

La nostra campagna, in modo pacato e corretto per rispetto delle famiglie colpite gravemente dal sisma, l’abbiamo fatta. Per il resto vedi sopra. Ricordiamo inoltre che l’attività su questo Blog non è una cosa a tempo perso ma una vera e propria attività politica che richiede tempo, passione e volontà. A proposito, ma sul tema Sisma 2016 e Referendum le opposizioni consiliari di destra e sinistra montoriese dove le avete sentite?

3 – “La vostra posizione sul Referendum?”

Noi voteremo e faremo votare NO, soprattutto perchè la variazione di articoli della Costituzione richiede la CONDIVISIONE di TUTTE le forze politiche del Paese e non gli sbalzi d’umore di un Premier MAI VOTATO e di un Referendum SENZA QUORUM.

Pertanto, prima di tutto rispetto per i cittadini che hanno subito: a) il sisma del 2009, b) la deplorevole gestione dell’emergenza in centro storico nel periodo 2009/2014 (portata avanti nel nome di un PDR redatto ed adottato solo dopo l’amara sconfitta del 2014) , c) il sisma del 2016 (che ha solo evidenziato gli errori del passato prossimo), poi si potrà parlare di Referendum peraltro ridotto dal Premier “usurpatore” a pura disputa tra RENZIANI e NON RENZIANI.

Comments 3 Commenti »

Comments Nessun commento »

Carissime Amiche, Cari Amici.
Avvicinandoci al Referendum Costituzionale del prossimo 4 dicembre,
intensificate le attività sul territorio, tra i numerosi appuntamenti in
programma, ne segnalo alcuni a cui invito tutti a partecipare:
· domenica 20/11/2016 h. 11 a Pescara presso la Sala Consiliare con Antonio Tajani e Stefano Parisi;
 · martedì 22/11/2016 h. 19 a Chieti con Nunzia De Girolamo;
 · domenica 27/11/2016 h. 18 a L'Aquila presso la Sala Ance con Mara Carfagna;
 · mercoledì 30/11/2016 h. 17 a S.Egidio alla Vibrata (Te) Hotel Concorde con Mariastella Gelmini.
Oltre al contributo dei nostri illustri ospiti, avremo modo di apprezzare
anche gli interventi dei tanti nostri amici rappresentanti locali, sindaci,
amministratori, consiglieri regionali e parlamentari, decisi e convinti sul
#PerchèVotareNo alla Riforma Costituzionale.
Vi prego di voler gentilmente estendere il presente invito a tutti gli
amici, amministratori locali, iscritti e simpatizzanti del nostro territorio
provinciale.

In attesa di incontrarci, un abbraccio a tutti.
Vincent Fanini (Coordinatore Provinciale di Forza Italia)

Comments 1 Commento »